lunedì, novembre 03, 2008

25 cose che chi fa marketing dovrebbe sapere

Direttamente da quel genio della nuova comunicazione aziendale che è Seth Godin, vi proponiamo 25 “segreti” che chi fa marketing dovrebbe conoscere bene. Qualcuno vi farà sorridere e rilassare, magari qualcuno diventerà la base del vostro modo di pensare al marketing nei prossimi anni e vi aiuterà a promuovere il vostro hotel con successo…quindi buon divertimento e buona fortuna!

• Fare una promessa e rispettarla è un ottimo modo di costruire fiducia nel brand.
• I vostri migliori clienti sono molto più importanti dei vostri normali clienti.
• Il marketing comincia prima che il prodotto venga creato.
• La pubblicità è solo un sintomo, una tattica. Il marketing è molto di più.
• Un prezzo basso è un ottimo modo di vendere qualcosa di pratico. Questo non si chiama marketing, si chiama efficienza.
• Le conversazioni fra i consumatori accadono che lo vogliate o no. Un buon marketing incoraggia le buone conversazioni.
• Le persone parlano dei prodotti di cui vale la pena parlare.
• “Marketing” è il modo in cui il vostro personale risponde al telefono, il carattere tipografico delle vostre fatture ed il timbro sul conto spese.
• Non potete ingannare tutti, non il più delle volte. E le persone che capiscono di essere state ingannate amano parlare con gli altri di questa esperienza.
• Se state spendendo in marketing con un budget fisso annuale, vedete il marketing come una spesa. Chi fa buon marketing sa che è un investimento.
• Le persone non comprano ciò di cui hanno bisogno. Comprano ciò che vogliono.
• Non siete al potere. Ed ai vostri clienti non importa niente di voi.
• Quello che le persone vogliono è l’extra, il bonus emotivo che ottengono quando comprano qualcosa che amano.
• I metodi tradizionali per interrompere i consumatori (spot TV, e-mail non richieste) stanno perdendo la loro efficienza rispetto ai costi. Allo stesso tempo, nuove vie per comunicare (blog, RSS, siti di consumatori) stanno dimostrando velocemente quanto funzionano bene.
• Le persone di tutto il mondo, e di ogni estrazione sociale, reagiscono al marketing che promette e comunica i desideri di base dell’uomo.
• Il buon marketing racconta una storia.
• Le persone sono egoiste, pigre, disinformate ed impazienti. Cominciate con questi presupposti e sarete piacevolmente colpiti dalle vostre scoperte.
• Un prodotto pensato per tutti raramente interessa a qualcuno.
• Vivere e respirare una storia autentica è il miglior modo di sopravvivere in un mondo pieno di parole.
• Ricordare al consumatore una storia che conosce e di cui si fida è una potente scorciatoia.
• Il buon marketing si misura.
• Il marketing non è un’emergenza. E’ un esercizio pianificato ed attento che inizia molto tempo prima e non finisce finché non avete finito.
• Un cliente scontento ne vale 10 contentissimi.
• Nel mondo di Google, il migliore vince più spesso, e vince di più.
• Le aziende che lavorano per avere un contatto diretto con il cliente finale sono quelle che hanno un ottimo assetto per affrontare il futuro.

Nessun commento: